•    IeFP: monitoraggio e occupazione
Il 21 maggio 2014 l’ISFOL ha organizzato un seminario sul tema “I percorsi di IeFP tar inclusione, lavoro e cittadinanza attiva.

Il programma Erasmus prevede quattro milioni di giovani all’estero nell’arco dei prossimi sette anni per studio o tirocini (2014 – 2020).
Nella precedente edizione sono state scelte le destinazioni della Spagna (40.202 giovani), Germania (30.368 giovani), Francia (29.293 giovani), Gran Bretagna (27.182 giovani), Italia (19.944 giovani).
Le mete privilegiate dagli Italiani invece sono Francia, Germania e Gran Bretagna.
Sono quasi 270 mila i giovani che hanno beneficiato nel periodo precedente; gli italiani sono stati 25.805. Del programma Erasmus+ è stata pubblicata in italiano la Guida in italiano. La Guida, in vigore dal 1 gennaio 2014, si compone di tre parti e di quattro allegati.

Sul sito del Governo è consultabile l'Accordo di Partenariato, lo strumento di programmazione nazionale dei fondi strutturali e di investimento europei assegnati all'Italia per la programmazione 2014-2020.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 153 del 4 luglio 2014, è stato pubblicato il Decreto Ministeriale 26 giugno 2014, di approvazione del modello di dichiarazione dell'IMU e della TASI per gli enti non commerciali, con le relative istruzioni.

La dichiarazione riguarda gli immobili per i quali è prevista l'esenzione di cui all'articolo 7, comma 1, lettera i), del Dlgs n. 504 del 1992 (attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative, sportive etc, oltre a quelle di ricerca scientifica a partire dal 2014).

La dichiarazione tratta inoltre i casi di imponibilità parziale degli immobili in questione, secondo quanto previsto dal dl 1/2012, art.91-bis.

È stato pubblicato il 15 luglio 2014 sulla Gazzetta Ufficiale il DPCM 11 febbraio 2014, n. 98, relativo alla riorganizzazione del MIUR.
Si allegano la scheda di sintesi e il testo del DPCM. 

“Tra i banchi di scuola l’Italia si conferma un Paese a due velocità e il divario tra Nord, Centro e Sud aumenta con l’età degli studenti”: questa in sintesi la fotografia scattata dall’Istituto INVALSI quando ha presentato i risultato il 10 luglio 2014.

Nell’anno scolastico 2011/2012 il MIUR ha lanciato il progetto VALeS, Valutazione e Sviluppo Scuola. Il progetto propone alle istituzioni scolastiche e ai dirigenti scolastici del primo e del secondo ciclo l'opportunità di partecipare alla definizione di un processo che lega la valutazione ad un percorso di miglioramento continuo. L'iniziativa tiene conto dell'esperienza maturata nel progetto VSQ - Valutazione per lo Sviluppo della Qualità delle scuole, avviato nell'a.s. 2010-2011.
Si allegano i materiali presentati al seminario ‘Verso il Sistema Nazionale di Valutazione: indicazioni dal progetto VALES’ che si è tenuto a Roma, presso l’Hotel Radisson il 25 giugno 2014.

ADI organizza un seminario dal titolo "Il segreto è l'equilibrio", su un tema che caratterizza gran parte della nostra scuola la mancanza di equilibrio fra gli elementi che compongono il complesso puzzle di scuola e vita: mancanza di equilibrio fra ritmi scolastici e ritmi biologici, fra studio e tempo libero, fra curricolo obbligatorio ed opzionale, fra lezioni frontali e apprendimento attivo, fra i lunghi anni della scolarizzazione e i risultati di apprendimento, fra il numero delle discipline e la capacità ricettiva degli alunni, fra competenze acquisite a scuola e competenze richieste dal mondo del lavoro, fra aspirazioni individuali e scelte scolastiche ...

Success Stories è una ricerca svolta G. Tacconi e G. Mejia Gomez per conto della Federazione nazionale CNOS-FAP, che ha inteso esplorare in profondità il ruolo che l'esperienza vissuta all'interno di un Centro di Formazione Professionale (CFP) ha assunto nelle biografie di un gruppo di ex allievi di tali percorsi che si sono particolarmente distinti nell'ambito lavorativo e, più in generale, in quello della vita personale e dell'impegno sociale.
L'intento dei due autori non è quello di dimostrare che la Formazione Professionale porta al successo formativo, ma individuare quali condizioni possano favorore il successo formativo, a partire da casi concreti, segnalati dai direttori di alcuni CFP salesiani sparsi in Italia.

È appena pubblicata dalla Sede Nazionale del CNOS-FAP la ricerca "Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) nell'a.f. 2012/13" condotta dal dott. Giacomo Zagardo, Ricercatore Isfol impegnato da anni nella definizione del quadro della IeFP nelle Regioni italiane. Nella pubblicazione vengono tratteggiati, in maniera precisa, pregi e criticità di un (sotto)sistema del secondo ciclo che, se da una parte raccoglie risultati positivi, dall’altra fatica ancora ad assumere dimensione “nazionale” e “stabile”.
La Sede Nazionale CNOS-FAP ha ritenuto utile arricchire lo studio del dott. Zagardo con una riflessione ampia ed articolata del prof. Giulio Maria Salerno "Per una nuova governance della IeFP".

Pages