Ufficio del presidente Ufficio del direttore
Ufficio metodologico didattico Ufficio socio-politico
Vita dei centri Varie

Dall'Ufficio del Presidente

EUROPA - Istruzione / Formazione / Lavoro
Documenti prodotti da istituzioni intergovernative o ecclesiali o da strutture associative

UE/1– EUROSTAT - Quasi un italiano su cinque si ferma alla licenza media
UE/2– Eurydice - Cifre chiave dell’Istruzione 2012
UE/3– Per un federalismo che può salvare l’Europa
1. EUROSTAT - Quasi un italiano su cinque si ferma alla licenza media

I dati sono riassunti da Tuttoscuola del giorno 11 maggio 2012: quasi un italiano su cinque (18,8%) tra i 18 ed i 24 anni ha lasciato gli studi dopo il primo ciclo dell'istruzione superiore, ovvero alla fine della terza media.
Il dato del 2010, reso noto da Eurostat, è nettamente superiore alla media dell'Unione europea (14,1%) e lontanissimo dalle realtà degli altri paesi fondatori: 7,1% in Lussemburgo, 10,1% in Olanda, 11,9% in Germania e Belgio, 12,6% in Francia. Ma in Spagna e Portogallo l'abbandono precoce degli studi è fenomeno che tocca quasi un giovane su tre: 28,7% dei portoghesi e 28,4% degli spagnoli.

In ogni caso sono sempre i maschi a lasciare anzitempo la scuola più delle femmine. In Italia il 22,0% dei ragazzi contro il 15,4% delle ragazze. Dati che nella media europea sono rispettivamente del 16,0% contro il 12,1%.

Il paese in cui è più alto il completamento di almeno il secondo ciclo di scuola secondaria è la Slovacchia (93,2%) seguita da Repubblica Ceca (91,9%) e Polonia (91,1%).
In Italia invece arriva al diploma di maturità il 76,3% dei giovani: il 72,6% dei maschi e l'80,2% delle femmine.

Anche qui il dato italiano è inferiore alla media europea: 79,0% (76,2% degli uomini, 81,8% delle donne). Ma la Germania sta peggio: solo il 74,4% (72,2% dei maschi e 76,7% delle femmine) completa la scuola secondaria. Un dato che la pone nettamente dietro le altre grandi economie del continente: 83,2% in Francia, 80,4% nel Regno Unito.

2. Eurydice - Cifre chiave dell'istruzione 2012.
Sviluppi nei sistemi educativi europei negli ultimi dieci anni

Le Cifre chiave dell’istruzione 2012, uno dei fiori all’occhiello delle pubblicazioni di Eurydice, ripercorre i principali sviluppi dei sistemi educativi europei negli ultimi dieci anni.

Il rapporto presenta dati statistici e informazioni qualitative sull’organizzazione, la gestione e il funzionamento di 37 sistemi educativi, dall’istruzione preprimaria all’istruzione superiore.

La pubblicazione tratta molte delle aree prioritarie della cooperazione europea sull’istruzione e la formazione (ET 2020) e la più ampia strategia europea per una crescita rapida, sostenibile e  inclusiva nei prossimi decenni (EU 2020). Più nello specifico, i 95 indicatori del rapporto si riferiscono ai seguenti argomenti: contesto demografico, strutture educative, partecipazione, risorse, insegnanti e personale.

Rispetto all’edizione precedente, le Cifre chiave dell’istruzione 2012 è arricchita da varie serie di dati a lungo termine che facilitano l’individuazione di cambiamenti specifici su determinati aspetti dei sistemi educativi e l’analisi della situazione attuale rispetto al passato.

Il rapporto Cifre chiave dell’istruzione 2012 è stato realizzato in collaborazione con Eurostat e si basa su dati forniti dalle unità nazionali della rete Eurydice, da Eurostat, e su dati tratti dall’indagine internazionale PISA 2009. La presente sintesi illustra alcuni dei risultati chiave del Rapporto.

3. Per un federalismo che può salvare l'Europa

Una grave crisi politica e sociale travolgerà i paesi dell'Euro se essi non decideranno di rafforzare la loro integrazione. La crisi della zona Euro non è iniziata con la crisi greca ma è esplosa molto prima, quando è stata creata un’unione monetaria senza unione economica e fiscale nel contesto di un settore finanziario drogato da debiti e speculazione.
È quanto affermano Giuliano Amato, Jacques Attali, Emma Bonino, Romano Prodi nell’articolo allegato.
 

ITALIA - Istruzione / Formazione / Lavoro
Ordinamenti - Dibattito - Progetti

GOV/1 – Riprogrammazione dei fondi comunitari
MLPS/1 – XII Rapporto sulla Formazione Continua - A. 2010/2011 (3 maggio 2012)
GOVERNO
1. Riprogrammazione dei fondi comunitari

Presso la sala stampa di Palazzo Chigi, il Presidente del Consiglio, Mario Monti, il giorno 11 maggio 2012, ha tenuto una conferenza stampa per presentare la riprogrammazione dei fondi comunitari destinati al Mezzogiorno.

Presenti all’incontro, oltre al Presidente Monti, il Ministro per la coesione territoriale, Fabrizio Barca, il Ministro per la cooperazione internazionale e l’integrazione, Andrea Riccardi e il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Elsa Fornero.

Si allegano, per saperne di più, il “Piano di azione coesione Fase II” e il Comunicato stampa: “Governo, al via piano sociale per il Sud”.

MLPS
1. XII Rapporto sulla Formazione Continua - A. 2010/2011 (3 maggio 2012)

Il Rapporto sulla formazione continua, realizzato su base annuale dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali con l'assistenza tecnico-scientifica dell'Isfol, propone l'analisi dei dati 2010-2011 a partire dalla profonda crisi economica ed occupazionale che ha investito anche il nostro Paese e rispetto alla quale le iniziative di formazione continua sono state comunque orientate e condizionate.
La domanda e l'offerta di competenze vengono, infatti, analizzate proprio in quanto strumenti e valori per il superamento della crisi e il rilancio della competitività del Paese.
Capitoli specifici sono dedicati: all'analisi degli strumenti di finanziamento (comunitari e nazionali) per la formazione continua; ai Fondi paritetici interprofessionali (andamento delle adesioni ed attività finanziate); alle politiche a supporto delle imprese di minori dimensioni; agli sviluppi dei sistemi di formazione continua in Europa, con focus su Francia e Regno Unito...
 

REGIONI
Documenti delle Regioni riguardo al sistema scolastico / formativo

REG/1 - Mappa dell'offerta della IeFP nelle Regioni e nella Regione Puglia in  particolare
REG/2 - Piano formativo 2012/2013 nella Regione Friuli Venezia Giulia
1. Mappa dell'offerta della IeFP nelle Regioni e nella Regione Puglia in particolare

La Sede Nazionale aveva pubblicato su Tuttoscuola un articolo sulla situazione dell’offerta della IeFP nelle Regioni che, per comodità, si riporta.

Rispetto a quella data la situazione nelle Regioni trova sostanziali conferme ed ha registrato notevoli cambiamenti. Nel presente notiziario si riporta la documentazione relativa alla gravità della situazione nella Regione Puglia.

2. Friuli Venezia Giulia: Piano attività formatiove rivolto ai giovani di età inferiore ai 18 anni

Il Piano annuale di formazione si configura come lo strumento formale attraverso il quale l’Associazione Temporanea di Scopo EFFE.PI, nella sua duplice veste di soggetto gestore delle attività formative rivolte a giovani di età inferiore ai 18 anni relativamente ai percorsi di Istruzione e Formazione Professionale avviati nell’a.f. 2010/2011 e 2011/2012 (ex deliberazione giuntale n. 2249 del 30/10/08 e decreto del Direttore centrale n.4696/CULT.FP del 22/12/08) e soggetto responsabile dell’organizzazione e gestione delle attività formative indirizzate alla medesima utenza da avviare negli a.f. 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015 2012 (ex decreto direttoriale n.233/LAVFOR.FP del 26/01/2012), sottopone all’esame della Direzione centrale competente la proposta formativa complessiva che intende avviare sul territorio regionale nel corso dell’anno formativo 2012/2013.
Si riporta, per opportuna conoscenza, il documento introduttivo relativo al Piano annuale di Formazione Professionale 2012/2013.

sommario

Dall'Ufficio del Direttore

1. La Festa di Maria Ausiliatrice
2. Attendo lunedì in silenzio. Sui fatti di Brindisi
3. Corsi estivi 2012
4. Progetto sperimentazione uso i-Pad nei CFP
3. Concorso nazionale 2012
1. La Festa di Maria Ausiliatrice

Sarebbe impensabile voler parlare di don Bosco storico e non accennare alla sua forte devozione a Maria Ausiliatrice.
Una devozione inculcatagli  già in tenera età da mamma Margherita. Pensiamo nel sogno dei 9 anni al colloquio tra Giovannino e il misterioso personaggio che gli appare:
“- Ma chi siete voi che mi parlate in questo modo?
  - Io sono figlio di Colei che tua madre ti ammaestrò di salutare tre volte al giorno”.
Visitando ancor oggi gli ambienti di Valdocco, si può cogliere l’itinerario mariano percorso da Don Bosco:

  • nella prima chiesetta dell’Oratorio, la cappella Pinardi, vi troviamo la statuetta della Consolata (devozione cara a ogni buon torinese);

  • nella successiva Chiesa edificata da Don Bosco, quella di san Francesco di Sales, c’è l’altare dell’Immacolata (siamo negli anni della proclamazione del dogma dell’Immacolata);

  • e, infine, nella Basilica di Maria Ausiliatrice, la grande tela del Lorenzone, dove troneggia la figura di Maria Ausiliatrice.

Attraverso questo itinerario si può cogliere subito come Maria sia stata una presenza attiva e stimolante nell’Oratorio, finalizzata alla missione di salvezza dei giovani e alla tensione personale verso la santità.
In queste tre chiese, costruite dal santo, vi si scorge quello che è stato l’itinerario spirituale-mariano percorso da Don Bosco, ma anche una proposta educativa per i suoi ragazzi: Maria è la mamma che consola i suoi figli (la Consolata), è il modello in cui ogni persona dovrebbe rispecchiarsi (l’Immacolata), è l’aiuto di ogni cristiano (l’Ausiliatrice).
Così l’Ausiliatrice, la Madonna di Don Bosco, è nell’Oratorio una presenza operativa: accompagna, sostiene, guida, incoraggia tutti i suoi ragazzi. Ella interviene costantemente e attivamente nella missione salesiana, con grazie spirituali e materiali, con una continua protezione sulle nostre opere e su tutti noi.
Alla vigilia della festa di Maria Ausiliatrice, affidiamo ogni nostro giovane a Maria. Don Bosco era convinto che ogni ragazzo che approda a una casa salesiana è stato preso per mano e accompagnato dall’Ausiliatrice.

2. Attendo lunedì in silenzio. Sui fatti di Brindisi

In merito ai tragici eventi di sabato 19 maggio a Brindisi, si riporta un articolo pubblicato da Donboscoland News.

3. Corsi estivi 2012

Scadeva il 15 maggio la data per l’iscrizione ai Corsi di aggiornamento estivi. Ad un primo sfoglio delle schede, pervenuteci, rimangono ancora disponibili dei posti per alcuni di questi corsi.
Vi ricordiamo che per i Corsi che prevedono la certificazione (Konnex, Cetop P1, Inglese) l’iscrizione è ritenuta valida solo se accompagnata da relativo versamento.
Per poter avere un congruo tempo per programmare questi corsi con il 31 maggio chiudiamo definitivamente tutte le iscrizioni.

Ps.: programma a parte il corso per operatori i-Pad che si terrà a Udine dal 26 al 29 giugno.

4. Progetto sperimentazione uso i-Pad nei CFP

Avviato il progetto sperimentazione uso i-Pad nei CFP. E' stato creato un sito http://ipad.cnos-fap.it utile e agevole per tutti per avere uno strumento di condivisione delle pratiche e dei suggerimenti circa l'uso del tablet nella didattica.

Sul sito si possono trovare informazioni su:

Per i responsabili dei Centri:

Il sito accetta i contributi di tutti.

5. Concorso nazionale 2012

Si è conclusa l'edizione 2012 del Concorso nazionale dei capolavori professionali.

  • Settore Grafico: 12-13 aprile 2012 presso il CFP di Este
    Relazione
    Foto

  • Settore Turistico Alberghiero: 16-17 aprile presso il CFP di Este
    Relazione
    Foto

  • Settore Elettrico/Elettronico: 7-11 maggio 2012 presso il CFP di Catania Barriera
    Relazione
    Foto 1; 2; 3; 4

  • Settore Meccanico: 7-11 maggio 2012 presso il CFP di Catania Barriera
    Comunicati stampa
    Foto 1; 2; 3; 4

  • Area Cultura e Scientifica: 7-11 maggio 2012 presso il CFP di San Donà di Piave
    Relazione area Cultura; Relazione area Scientifica

  • Area Informatica: 8-11 maggio 2012 presso il CFP di Genova Quarto
    Relazione
    Foto

  • Settore Automotive: 9-10 maggio 2012 presso il Motor Village di Torino
    Relazione
    Foto 1; 2; 3

  • Qualifica Serramentista: 16-18 maggio 2012 CFP "T. Gerini" di Roma
    Relazione
    Comunicati stampa
    Foto 1; 2

sommario

Dall'Ufficio Metodologico-Didattico

UMD/1 - Evento Engim 18 maggio 2012
UMD/2 - ISFOL newsletter 3-4 2012
UMD/3 - Evento CONFAP 28 maggio - 31 maggio e 1 giugno 2012
1. Evento Engim 18 maggio 2012

Il 18 maggio 2012 Engim ha organizzato un work-shop, diviso in due momenti:

  • ­la mattinata destinata agli attori istituzionali invitati;

  • il pomeriggio destinata agli Enti di CONFAP e FORMA.

Nel presente notiziario si allegano due dei numerosi interventi. Il primo ha come titolo “Il percorso per la costruzione di un sistema nazionale di certificazione delle competenze” e l’altro “La pianificazione operativa territoriale”.

2. ISFOL newsletter 3-4 2012

La newsletter dell’ISFOL (numero 3-4 2012) contiene notizie relative a “interventi contro la dispersione scolastica”, al “monitoraggio sul mercato del lavoro” e sui “contratti flessibili e produttività”.

3. Evento CONFAP 28 maggio - 31 maggio e 1 giugno 2012

La CONFAP, in collaborazione con Forma, organizza a Roma un evento e una festa per le migliaia di allievi che frequentano la IeFP nelle varie Regioni italiane. L’occasione è utile anche per richiamare l’attenzione delle forze politiche al ruolo e all’apporto che la IeFP offre nei vari territori.

Titolo dell’evento:
"C'è qualcosa di più: + formazione + professionalità = futuro". Fiera delle qualifiche e delle professioni.

  • 28.05.2012 – ore 11.00:
    Conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa
    Presso la Sala del Carroccio del Campidoglio
  • 31 maggio 2012 – ore 10.30:
    Tavola rotonda: "La Formazione Professionale dei giovani, opportunità di lavoro, integrazione e crescita dei cittadini di domani”.
    Partecipano politici e assessori regionali. Hanno assicurato la loro presenza i Ministri dell’Istruzione e del Lavoro.
    Presso la Protomoteca del Campidoglio.
  • 1 giugno 2012 - presso il Circo Massimo
    Allestimento da parte degli allievi della IeFP presente nelle Regioni e relativa visita agli stand.
    Stand delle sedi nazionali degli Enti di FP
    Stand degli sponsor
    Visite alle Istituzioni e itinerari turistici
  • 1 giugno 2012 – ore 19.30 presso il Circo Massimo
    Spettacolo con gli allievi della IeFP. 
    È stato invitato a partecipare il card. Tarcisio Bertone per un saluto a nome di sua santità Benedetto XVI

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.cequalcosadipiu.it. e seguire l'evento su:
facebook: www.facebook.com/Cequalcosadipiu
twitter: @ceqlcdipiu

sommario

Dall'Ufficio Socio-Politico

USP/1 - Verso la firma del CCNL-FP
1. Verso la firma del CCNL-FP

Il 27 marzo 2012 a Roma le OO.SS. FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS CONFSAL  e le delegazioni degli Enti FORMA e CENFOP hanno siglato l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL-2011-2013 per la Formazione Professionale. È seguita, come di rito, la presentazione e la valutazione del testo alle parti interessate.

Dopo tale data e in attesa della firma si sono susseguite due prese di posizione da parte della CGIL  (4.04.2012) e della CISL (19.04.2012).

In attesa della firma ufficiale davanti al Ministro del Lavoro FORMA e CENFOP e OO.SS., 22 maggio 2012, si sono impegnati ad anticipare gli adempimenti necessari alla sua applicazione.

sommario

Vita dei CFP

1. Luci e Flash al CFP di Palermo
2. Il CFP Pio XI sceglie il futuro
1. Luci e Flash al CFP di Palermo

Inaugurato il laboratorio di fotografia all’interno del settore Grafico del CFP di Palermo, dove da oltre 50 anni vengono formati giovani, dapprima tipografi e linotipisti poi stampatori offset, ed adesso con l’evoluzione sempre più della tecnologia digitale, operatori grafici, professionisti specializzati nella progettazione ed elaborazione di prodotti grafici pubblicitari ed editoriali, così come richiede il settore, che mira sempre più al web e ai cross-media.
L’ultima novità, da tempo voluta e adesso realizzata, dal responsabile dell’area tecnica prof. Nello Santoro e dal collega prof. Damiano Gulino esperto in fotografia, è proprio un laboratorio attrezzato con stativi e fondali, ombrelli, luci, flash e diffusori per dare ai giovani in formazione quelle nozioni di fotografia digitale, tassello necessario al completamento del corso di qualifica.
Il modulo tende a fornire agli allievi le conoscenze e le competenze necessarie alla ideazione e realizzazione di immagini fotografiche di alto contenuto qualitativo attraverso l’utilizzazione di teorie e tecniche tradizionali ed avanzate. “Ci concentreremo maggiormente sulle tecniche di fotografia pubblicitaria” sostiene il prof. Gulino, “dando particolare attenzione alla foto still-life e ritratto; la fotografia è un irrinunciabile mezzo di comunicazione di rilievo e di estrema efficacia e se questa è realizzata da un fotografo che possiede buona sensibilità artistica ed un certo gusto estetico, può diventare uno strumento spendibile nel mondo del lavoro, e perché no, per il futuro pensiamo di realizzare qualche corso ad hoc per i nostri ex-allievi usciti dal centro di formazione”.
Per informazioni: grafica.palermo@cnos-fap.it - 091.6768111.

2. Il CFP Pio XI sceglie il futuro

Il CFP Pio XI di Roma dal 22 maggio al 9 giugno 2012 ospiterà una serie di appuntamenti per una panoramica dopo Drupa 2012.

sommario

Varie

1. Convenzione CNOS-FAP - Terme salesiane Monteortone

Si socializza la convezione stipulata tra il CNOS-FAP e le Terme salesiane Monteortone e rivolta a tutti i dipendenti della Federazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

Management