Copertina Rassegna CNOS n.3 - 2018
RASSEGNA CNOS
Problemi esperienze prospettive per l’Istruzione e la Formazione Professionale
Anno 34 – n. 3 Settembre - Dicembre 2018

 

EDITORIALE

Il presente Editoriale  si sofferma su quattro tematiche.
Inizia con una vicenda “di famiglia”: la Federazione CNOS-FAP “festeggia” 40 anni di attività formative in Italia e nelle Regioni. Da più parti si è ritenuto opportuno sottolineare questa circostanza scrivendone la storia. Per l’occasione Guglielmo Malizia e Mario Tonini hanno realizzato una specifica pubblicazione: 40 anni di storia e di esperienze della Federazione CNOS-FAP in Italia e nelle Regioni.  
L’Editoriale, poi, analizza i programmi di Governo e del Ministro dell’Istruzione per offrirne al lettore una prima valutazione. 
I curatori proseguono, ancora, con una analisi dei programmi di Governo nelle Regioni che sono andate al voto nell’anno 2018 offrendo, ugualmente, elementi di giudizio. 
L’Editoriale si conclude con delle note di aggiornamento sulle principali normative adottate in questi mesi dal Governo su Istruzione, Formazione e Lavoro. 

STUDI e RICERCHE

  • MWAMBA T., La Formazione Professionale nella Repubblica Democratica del Congo

Don Titus Mwamba, salesiano, congolese, docente di Sociologia Generale e dell’Educazione all’Università Salesiana di Torino e cappellano della stessa Università, ci illustra, in questo articolo, il sistema scolastico e la Formazione Professionale nella Repubblica Democratica del Congo, facendo un’approfondita valutazione dell’offerta formativa nei suoi punti di forza e di debolezza ed evidenziando il contributo dei Centri di Formazione Professionali salesiani per i giovani congolesi.

  • PELLEREY M., Educare al pensiero computazionale: alcuni approfondimenti e relativi apporti formativi
Questo secondo contributo sulla tematica del pensiero computazionale in continuità con il precedente intende approfondirne alcune componenti concettuali e prospettare una quadro di obiettivi formativi che dovrebbero costituire mete fondamentali da conseguire nei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale. Quanto viene prospettato dalla recente Raccomandazione europea sulla competenze chiave per l’apprendimento permanente relativa alle competenze digitali e all’alfabetizzazione informatica esige lo sviluppo di un’identità professionale adeguata alle trasformazioni tecnologiche e organizzative che stanno contraddistinguendo i nostri tempi. 
  • SALATIN A., La "voce" dei giovani e l'evoluzione delle istituzioni formative  
“Dar voce ai giovani”  per coinvolgerli e renderli protagonisti della vita sociale è ormai diventato uno slogan ricorrente. Dietro a questo condivisibile auspicio si pongono tuttavia molte questioni che riguardano aspetti essenziali del dialogo istituzionale e delle dinamiche formative e sociali. Nel presente contributo vengono ripercorse brevemente alcune di tali questioni che, se non affrontate esplicitamente, possono rendere l’intento di “dar voce ai giovani” un esercizio solo retorico. Dapprima vengono esplicitati alcuni elementi semantici relativi al termine “voce” (in inglese voice) e i possibili collegamenti con altri costrutti particolarmente rilevanti per l’ambito educativo, come ad esempio quello di agency, di capability e di partecipazione democratica. Successivamente vengono richiamati alcuni esempi riguardanti la declinazione di queste prospettive nelle istituzioni educative (Scuola e Formazione Professionale). 

PROGETTI e ESPERIENZE

  • MALIZIA G., Il Progetto Educativo e la Personalizzazione nella IeFP. Risultati di un'Indagine Nazionale sulla Scuola Cattolica 

L’articolo presenta i risultati di una ricerca condotta nel 2017-18 sulla personalizzazione nel progetto educativo (PE) della Scuola Cattolica: naturalmente in questa sede l’analisi dei dati sarà focalizzata sulla IeFP senza, però, dimenticare il confronto con gli altri livelli. Lo studio che segue si articola in quattro sezioni: la prima è dedicata al profilo dei rispondenti, la seconda al PE, la terza alla personalizzazione, mentre le conclusioni cercheranno di identificare gli andamenti più significativi delle risposte e offriranno anche indicazioni di prospettiva. Il punto di partenza dell’indagine è la riflessione teorica secondo la quale la persona occupa un posto centrale nel PE della Scuola Cattolica; a loro volta, i dati della ricerca evidenziano che la personalizzazione è una dimensione qualificante del suo PE, anche se attualmente non è la più qualificante.

  • NICOLI D.E., Un network di scuole vive

Le istituzioni educative –Scuole e CFP– sono fortemente impegnate nel dare una risposta alla crisi culturale in cui siamo immersi, segnata dal contrasto tra forze distruttive e generative. Tra le risposte possibili, due sono inadeguate: chi persegue la via della scuola “piacevole” e senza contenuti e chi invece ritiene di poter ritornare al dualismo del passato che separava i giovani tra liceo e scuola professionale. È più convincente la prospettiva della “scuola viva” che consiste nel sottoporre ai giovani, tramite la cultura, la verifica del nesso tra la proposta della scuola, le domande che avvertono nella loro vita e le sfide di oggi. È questa la via del risveglio che non può limitarsi alla sola dimensione metodologica, ma richiede un’alleanza con le forze positive della società. Ecco la necessità di un network di scuole vive che favorisca la diffusione di un ethos educativo e di un canone formativo adeguato al nostro tempo.

OSSERVATORIO sulle POLITICHE FORMATIVE

  • MEJIA GOMEZ G. - TACCONI G., Fare ricerca sulla Formazione Professionale. il caso del CENSIS
L’articolo propone una riflessione sui temi della Formazione Professionale che nasce da una conversazione con la dott.ssa Claudia Donati, ricercatrice del Censis (Centro Studi Investimenti Sociali) e coordinatrice del settore processi formativi.
  • SALERNO G.M., Le Regioni al voto di fronte alla IeFP: Basilicata, Trentino-Alto Adige (Province Autonome di Bolzano e Trento) e Valle d'Aosta
In questi anni le Regioni cambieranno i governi regionali a seguito delle elezioni. Una domanda è legittima: quale modello scolastico (scuola paritaria) formativo (IeFP erogata dagli Enti di FP) i governi attuali lasciano ai successivi governi regionali? La Sede Nazionale CNOS-FAP ha elaborato una scheda informativa di base per ogni Regione. Si prosegue questo viaggio con altre 3 Regioni: Basilicata, Trentino-Alto Adige (Province Autonome di Bolzano e Trento) e Valle d’Aosta. Le schede sono anticipate da un’introduzione a cura del Prof. Salerno.

CINEMA per pensare e far pensare

  • AGOSTI A., Il sole dentro
È un film molto bello, che piacerà sicuramente ai giovani spettatori. Il sole dentro, opera che contiene le struggenti e appassionanti storie incrociate di due coppie di adolescenti, magistralmente diretta dal regista Paolo Bianchini, si qualifica come un supporto audiovisivo di grande spessore educativo, tanto più efficace poichè vive della compresenza di motivi di interesse e di sicura presa sul piano emotivo per i giovani:l’amicizia; la passione per lo sport, il calcio in particolare, e i sogni per un futuro migliore, in cui vi sia una maggiore ripartizione della ricchezza e del benessere sociale, e non continuino a perdurare gli squilibri che da sempre vedono i paesi ricchi da una parte e i paesi poveri dall’altra.

SCHEDARIO: Rapporti

  • MION R., Cambiano le relazioni familiari nell'era della comunicazione tecnologica?
Il saggio si propone di presentare una sintesi del Rapporto CISF 2017 dal titolo “Le relazioni familiari nell’era delle reti digitali”, frutto di un’indagine nazionale che il Centro Internazionale Studi Famiglia progetta ogni due anni sullo stato della famiglia in Italia. Il presente è il 14° Rapporto di una tradizione iniziata dal 1989. Quest’anno, nell’era del digitale, non poteva essere assente questa problematica, che in ogni caso tocca tutte le famiglie, soprattutto le più giovani, con risvolti assai preoccupanti dal punto di vista pedagogico ed educativo, coinvolte come sono nella responsabilità di genitori all’uso razionale e costruttivo delle nuove tecnologie, ormai assai diffuso fin dalla prima infanzia.  L’autore presenta i 5 capitoli del volume, nella loro impostazione innanzitutto teorica (Donati), seguita dall’indagine concreta nei suoi due risvolti delle relazioni familiari e delle relazioni sociali, giungendo ad una tipologia di famiglie molto appropriata (Belletti, Gili) e arricchita da un prezioso intervento pedagogico (Rivoltella). Una novità assai utile per gli studiosi sono, in appendice, gli allegati statistici aggiornati sulla famiglia in Italia e sui family social indicators utilizzati dal 2009 al 2017.
  • MALIZIA G., Potere e Denaro. La Giustizia Sociale secondo Papa Francesco
Il volume che viene presentato nel prosieguo è una raccolta riflessa e al tempo stesso di facile lettura di quanto Papa Francesco ha detto e scritto durante il suo pontificato sulle tematiche della giustizia sociale quali il potere dell’economia e della finanza, il lavoro e le rendite, gli imprenditori e i lavoratori, il capitalismo e la tecnica, l’idolo-denaro, i poveri e le strategie per realizzare una società più equa, giusta e solidale. A differenza di altre pubblicazioni sull’attuale Pontefice, questa è stata espressamente autorizzata e incoraggiata da Papa Francesco che ha aggiunto una lunga prefazione scritta da lui stesso.
  • MALIZIA G., Prosegue la lenta ripresa, ma si rischia una "grande frenata". Il rapporto Svimez 2018 sull'economia del mezzogiorno
Nel 2017 il Sud del Paese ha continuato a crescere a livello economico per il terzo anno consecutivo. Lo sviluppo è dipeso da varie cause: la ripresa del comparto manifatturiero e l’aumento dei consumi, degli investimenti privati e delle costruzioni, anche se queste in misura minore. Nonostante ciò, si è ancora lontani dai livelli pre-crisi; inoltre, si riscontrano una forte disomogeneità tra le regioni, la precarietà dell’occupazione, sebbene questa sia aumentata, l'allargamento del disagio sociale, ma soprattutto, a giudizio dello Svimez, il pericolo maggiore in una situazione di generale incertezza è che lo sviluppo vada incontro a una grande frenata.
  • MALIZIA G., Una politica nazionale di contrasto alla dispersione scolastica. Due rapporti recenti del MIUR

L’abbandono precoce dei percorsi di istruzione e di formazione costituisce una sfida complessa sul piano individuale, nazionale ed europeo. Essa è particolarmente grave nel nostro Paese e la scheda ne illustrerà dati e strategie di contrasto, basandosi non solo sui rapporti del Miur che, però, costituiscono il riferimento principale, ma anche su altri studi particolarmente rilevanti.

SCHEDARIO: Libri

ZAGARDO G. La IeFP nelle Regioni. Situazione e prospettive.
Roma, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali/CNOS-FAP, 2018
 
CNOS-FAP NOVITER. Politiche della Formazione Professionale e del Lavoro. Analisi ragionata degli interventi regionali.
Soveria Mannelli, Rubbettino, 2018
 
OECD-ORGANISATION FOR ECONOMIC CO-OPERATION AND DEVELOPMENT. A Broken Social Elevator? How to Promote Social Mobility.
Paris, OECD Publishing, 2018
 
KOCCI L. Pischelli in Paradiso. Storie di ragazzi e ragazze del Centro accoglienza minori don Bosco.
Roma, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali/CNOS-FAP, 2018
 

ALLEGATO alla Rivista

  • DALL’Ò P., Unità di apprendimento dei settori grafico e turistico alberghiero

Questo nuovo “Itinerario di navigazione” per docenti e formatori presenta materiali e risorse contenute nel sito web della Federazione CNOS-FAP e relativi ai settori della Formazione Professionale della grafica e del turistico alberghiero. Un particolare spazio viene dato ad alcune Unità di Apprendimento (UdA) elaborate nell’ambito dei settori professionali presi in considerazione.

BIBLIOTECA CNOS-FAP

La Sede Nazionale del CNOS-FAP ha pensato di creare un ambiente digitale dedicato alla biblioteca della Federazione, per dare la possibilità a tutti i suoi formatori ed alunni di poter consultare l’intero archivio sul proprio tablet. Sono state trasformate in formato e-book tutte le pubblicazioni della collana “Studi – Progetti – Esperienze” e tutti i numeri della Rivista Rassegna CNOS. La biblioteca è accessibile direttamente dal sito del CNOS-FAP dal pulsante che trovate nella colonna di sinistra “Biblioteca CNOS-FAP” oppure all’indirizzo: biblioteca.cnos-fap.it Sono disponibili le App dedicate alla biblioteca per i sistemi operativi iOS ed Android scaricabili direttamente dall’Apple store o da Google Play.
 

SALESIANI per il LAVORO - ONLUS

Una proposta Salesiana per dare dignità e futuro ai giovani bisognosi!

La Onlus Salesiani per il lavoro si rivolge a persone - giovani e adulti - che sono in età lavorativa e versano in condizione di disagio sociale, attraverso i servizi dell'informazione, dell'orientamento, della formazione e dell'aggiornamento prpfessionale. Punta a favorire il loro inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro. Per maggiori informazioni sulle attività della onlus si può consultare il sito www.salesianiperillavoro.it

Nella presente newsletter si allegano la lettera, la brochure di presentazione ed un segnalibro.

Aiutaci a dare di più a chi ha di meno!!

 

 

 

Management