L’obiettivo dell’indagine "Lavoro consapevole. Giovani e accesso al mondo del lavoro: quale futuro" presentata dal Censis lo scorso 17 luglio, ha coinciso con una ricognizione a tutto tondo sul rapporto tra i giovani e il lavoro, con un’attenzione particolare alle modalità con cui questi ultimi, terminati gli studi, affrontano il percorso di ricerca di un’occupazione. 
La ricerca, inoltre, indaga il rapporto tra i giovani e il lavoro anche per discutere dell'efficacia e degli sviluppi futuri delle politiche attive, per delineare nuove prospettive e scenari. 
 
 
 
 
La Commissione europea ha pubblicato il 17 luglio l'edizione 2017 dell'indagine annuale sull'occupazione e sugli sviluppi sociali in Europa (ESDE). L'edizione di quest'anno conferma le tendenze positive nel mercato del lavoro e in ambito sociale, nonché una crescita economica costante.
Tuttavia, quasi un giovane su cinque in Italia, nella fascia tra 15 e 24 anni, non ha e cerca un lavoro né è impegnato in un percorso di studi o di formazione. Si tratta dei cosiddetti Neet e il nostro Paese vanta uno dei tassi più alti d'Europa: 19,9% contro una media nel Continente dell'11,5%. 
L’INPS ha pubblicato la circolare n. 109/2017 che disciplina le modalità attuative del bonus contributivo per i datori di lavoro privati che assumono con contratto a tempo indeterminato (anche apprendistato), studenti che abbiano svolto percorsi di alternanza scuola-lavoro e di apprendistato presso la medesima azienda.

Si presenta di seguito una Tesi di Dottorato in Studi Umanistici dal Titolo "Educare nel Lavoro. Una proposta educativa per l'Istruzione e la Formazione Professionale sulla teoria filosofica, psicologica e pedagogica delle virtù" di Carlo Macale, Università degli studi di Roma Tor Vergata.

Con il tema immigrazione sempre sotto i riflettori, sulla scia della Giornata Mondiale del Rifugiato e alla vigilia della Conferenza internazionale nella sede del Parlamento Europeo che precede il Consiglio europeo del 22 e 23 giugno, Caritas Italiana e Fondazione Migrantes hanno presentato mercoledì 21 giugno a Roma il Rapporto Immigrazione 2016 "Nuove generazioni a confronto".

Il Consiglio Nazionale della Scuola Cattolica richiama l’attenzione dell’opinione pubblica e del mondo politico sul sistema educativo italiano, “ancora incompiuto” e invita a fare i passi necessari “affinché il sistema formativo italiano, nel suo complesso, possa perseguire meglio la missione educativa che la società gli affida e che la legge a pieno titolo gli riconosce”.
I passi da compiere, sia a proposito delle scuole paritarie che dell’istruzione e formazione professionale (IeFP), sono numerosi.

Con l’Accordo in Conferenza Stato-Regioni del 25 maggio 2017 vengono adottate le nuove linee guida in materia di tirocini extracurriculari che aggiornano e sostituiscono le precedenti del 23 gennaio 2013, adottate ai sensi della Legge n.92/2012. Sono previste diverse novità, tra cui l'ampliamento della platea dei soggetti promotori, la disciplina dei tirocini in mobilità interregionale, l'introduzione di nuovi criteri per la durata minima e di forme di premialità per i soggetti ospitanti che assumono tirocinanti.

Pubblicati due nuovi volumi delle collane "Studi Progetti Esperienze per una nuova Formazione Professionale" e "Quaderni".

Pages