A Roma, il 18 ottobre 2014, il CSSC ha organizzato la settima giornata pedagogica della scuola cattolica.
Il tema: “Crescere a scuola come uomini e donne”.
La giornata pedagogica è stata aperta da Don Maurizio Viviani, già Direttore dell’Ufficio Nazionale per l’educazione, la scuola e l’università e dal Prof. Sergio Cicatelli, Direttore del CSSC, per proseguire poi con due relazioni “La genesi biologia dell’identità maschile e femminile” della Dott.ssa Clementina Peris (medico ginecologo) e “Educare al maschile e al femminile” della prof.ssa Maria Teresa Moscato (pedagogista Università di Bologna).

In allegato, un’indagine realizzata dall’Istituto Toniolo di Studi Superiori sul mondo giovanile.
L’Indagine è stata avviata nel 2012 ed ha carattere nazionale. È condotta su un campione di 9000 persone tra i diciotto e i ventinove anni. Questo quaderno presenta i risultati dell’indagine, riguardanti il rapporto tra le nuove generazioni, il loro percorso scolastico e universitario e il livello di fiducia nelle istituzioni formative incontrate.

Non si trova personale ancora per molte attività in Italia. Lo evidenzia un’analisi, Regione per Regione, dell’Ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza (Sistema Informativo Excelsior 2014).

È stato pubblicato sulla G.U. n. 114 del 19 maggio 2014 la Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del D.L. n. 34 del 20 maggio 2014, recante disposizioni urgenti per favorire il rilancio dell’occupazione e per la semplificazione degli adempimenti a carico delle imprese, al quale la Camera dei Deputati aveva dato il via libera definitivo il 15 maggio 2014.

In vigore dall'8 aprile 2014 la Legge Delrio (Legge n.56 del 7 aprile 2014 “Disposizioni sulle città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni”) che ridisegna confini e competenze dell’amministrazione locale.  

Nel maggio 2014 il Governo ha predisposto le Linee Guida per una riforma del Terzo settore formulando i criteri per una revisione organica della legislazione riguardante il volontariato, la cooperazione sociale, l’associazionismo non-profit, le fondazioni e le imprese sociali.

Il 31 marzo 2014 il Consiglio dei Ministri ha approvato lo schema di Disegno di legge costituzionaleDisposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, la riduzione dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del Titolo V della parte seconda della Costituzione”.

Dal 3 settembre 2014 è accessibile in internet il rapporto “La Buona Scuola” che presenta il progetto generale del Governo, la vision che intende perseguire al fine di offrire al Paese un sistema educativo più efficace ed efficiente. Non si tratta di un testo legislativo e in questo senso non è una riforma, ma un documento programmatico. È prevista una consultazione di due mesi, che è già partita dal 15 settembre e che durerà fino al 15 novembre. Nel 2015 il progetto completato con le indicazioni dell’intero universo scolastico sarà tradotto in un decreto legge in tempo per l’attuazione a partire dall’anno scolastico 2015 – 2016.

Pubblicato il decreto concernente la ripartizione delle risorse secondo i nuovi criteri che saranno effettivi a partire dal 2014. Previsto un monitoraggio annuale da parte del Ministero del lavoro per la verifica dell’utilizzo delle risorse stanziate.
Il Decreto 8 settembre 2014 del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali di concerto con il Ministro dell'Istruzione riguarda la definizione dei criteri di riparto dei finanziamenti finalizzati all'assolvimento del diritto-dovere nell'istruzione e formazione professionale (IeFP).

La Federazione CNOS-FAP  ha pubblicato due fascicoli molto utili riguardanti:

Pages